Arredamento giapponese: dormi bene in una camera da letto zen




L’arredamento zen ha molti pregi, che lo rendono adatto allo stile della camera da letto. È basilare, pratico ed equilibrato, ideale per creare un’atmosfera di freschezza. Una camera da letto zen concilia il sonno e permette di dormire meglio. In questo modo puoi alzarti riposato e pronto ad affrontare una nuova giornata.

Come puoi ottenere un arredamento giapponese ad hoc per il tuo tempio del riposo? Gli ingredienti sono accostamenti cromatici rilassanti e materiali naturali.

Parola d’ordine: semplicità

Arredamento giapponeseL’arredamento giapponese si contraddistingue per la sua estrema semplicità, anche in camera da letto. Ecco quindi che stanze con pochi oggetti, scelti però con attenzione e buon gusto. Ambienti che consentano di far circolare meglio l’aria e l’energia, nei quali gli occhi possano riposare.

Le camere da letto giapponesi rifuggono la tendenza all’accumulazione spasmodica, che alla lunga risulta spossante. Bastano un letto, un armadio e un paio di lampade dalle linee semplici per avere un arredamento di tutto rispetto. Per ottimizzare il più possibile lo spazio a disposizione, è possibile anche optare per un letto con cassettiera incorporata.

Colori rilassanti

I colori tipici di una camera da letto zen sono il bianco, il beige e il legno. Sono colori rilassanti, che danno serenità e risultano riposanti per l’occhio. Alcune scelte alternative sono il blu e il verde, colori legati al mondo della natura e noti per i benefici sul sonno e l’umore. L’importante è limitarsi a pochi colori, così da dare un senso di ordine e linearità. Evita inoltre le tonalità scure e pesanti, che renderebbero la stanza troppo cupa.

Il letto in legno

Letto in legno zenUna camera da letto zen richiede un letto in legno, o comunque privo di elementi in metallo. Il metallo ha infatti un’influenza negativa sul sonno: favorisce la creazione di campi elettromagnetici nella stanza che disturbano il sonno. Ecco perché i letti zen sono realizzati solo con materiali naturali, che migliorano la qualità del riposo.

Là dove possibile, cerca di non posizionare il letto proprio di fronte alla porta. Evita inoltre di mettere la testiera sotto a una finestra, ma poggiala a una parete. Questo posizionamento consente di abbracciare la stanza con lo sguardo, dando un senso di sicurezza che migliora il riposo.

Il futon

Il futon è il materasso giapponese tradizionale, di solito in cotone, ma disponibile anche con imbottiture in corteccia o cocco. Ne esistono di diversi spessori e rispondono a ogni esigenza di comfort e arredamento.

Puoi usare il futon sia sul letto, sia su un tatami o direttamente sul pavimento. In quest’ultimo caso, puoi arrotolarlo e metterlo via ogni mattina, liberando ulteriore spazio. Una soluzione che si presta molto bene agli spazi piccoli o alle camere per gli ospiti.

Arredamento giapponese: dormi bene in una camera da letto zen ultima modifica: 2017-06-28T09:03:44+00:00 da Redazione VivereZen