La katana: da spada ad elemento per l’arredamento giapponese




Un tempo strumenti di morte, oggi le katane sono soprattutto elementi per chi desidera un arredamento giapponese. La bellezza esotica rende infatti la katana un tocco originale, da mettere in soggiorno o anche in camera da letto. Le linee semplici si sposano bene sia con un arredamento orientale, sia con uno stile più moderno. Ecco quindi come esporre la vostra spada.

Il katana kake tradizionale

Katana arredamento giapponeseA seconda delle vostre preferenze, avete a disposizione diversi modi per esporre la vostra katana. Nel caso in cui abbiate scelto un arredamento giapponese tradizionale o rivisitato, cercate un katana kake tradizionale.

Il katana kake è l’espositore giapponese per katane, da poggiare su un ripiano o su un mobile. È composto da due supporti orizzontali in legno, uno sopra l’altro. Lo si usa per esporre tutte le spade del samurai, secondo l’ordine usato per indossarle e toglierle. Ne consegue che, a seconda della scuola, potrebbe cambiare anche l’ordine di disposizione delle spade.

Katana kake

Sul ripiano superiore si poggia di solito la katana, la spada lunga; su quello inferiore si poggia la wakizashi, la spada corta. Secondo alcuni, però, l’ordine sarebbe inverso: spada corta in alto e spada lunga in basso.

Katana e wakizashi andrebbero esposte insieme per formare il daishō, la coppia di spade portate dai samurai. Da etichetta, entrambe le spade devono avere lama verso l’alto e manico a sinistra. Ciò le rende più difficili da impugnare contro un eventuale ospite e dimostra le buone intenzioni del padrone di casa.

Altri tipi di katana kake

Esistono delle varianti del katana kake, non tradizionali ma comunque adatte a un arredamento giapponese d’impatto. Quella più diffusa è il katana kake a un posto, che serve a ospitare la sola katana. Ne esistono modelli da tavolo e altri da muro. Questi ultimi sono adatti in particolare a chi ha poco spazio o bambini che girano per casa.

Altra variante è il katana kake a tre posti, molto diffuso. Lo si usa per esporre il daishō e in aggiunta il tanto, il pugnale. È una modalità di esposizione che non rispetta in maniera stretta il canone, ma consigliata se avete un bel set da tre pezzi da mostrare.

Ultima delle varianti principali è il katana kake verticale. Come pezzo di arredamento è meno diffuso rispetto a quello orizzontale. È più difficile da collocare all’interno di una stanza, mette meno in risalto la spada ed è a portata di bambini e animali. Nel caso in cui lo scegliate, ricordate che la spada va esposta all’interno del fodero. Il retro deve dare verso chi guarda e il manico deve essere rivolto verso il basso. Otterrete un triangolo composto dalle due linee di sostegno del katana kake e da quella della spada.

La katana: da spada ad elemento per l’arredamento giapponese ultima modifica: 2017-07-26T09:00:11+00:00 da Redazione VivereZen