I kokedama, i giardini sospesi dell’ arredamento giapponese




Molti elementi dell’ arredamento giapponese nascono in funzione di ambienti abitativi ristretti. Tra questi ci sono i kokedama, che in giapponese significa “perla di muschio”. Sono delle palle di argilla coperte di muschio, con delle piantine radicate al loro interno. Si appendono al soffitto senza bisogno di vasi e servono a creare dei suggestivi giardini sospesi.

I giardini sospesi nell’arredamento moderno

Kokedama perle di muschioI kokedama nascono in Giappone nel 1600, ma sono perfetti anche per un arredamento dal sapore moderno. Sono infatti versatili e più facili da curare rispetto ai classici bonsai. Li si può appendere al soffitto con corde o fili di nylon, o mettere sul terrazzo o sul balcone. Volendo li si può anche poggiare su dei vassoi, anche se così perdono parte della loro particolarità.

Le perle di muschio si sposano bene con l’ambiente minimale tipico dell’ arredamento giapponese. Sono però adatte anche a contesti rustici, come ad esempio taverne e case in campagna. Tutto sta nell’avere soffitti abbastanza alti da consentire il giardino sospeso.

Come realizzare un kokedama

Per realizzare un kokedama avete bisogno di:

Realizzare un kokedama

  • 1 pianta da vaso di 5-10 cm;
  • 1 parte di akadama, un’argilla minerale rossa;
  • 5 parti di ketotsuchi, un terriccio a base di torba di palude;
  • muschio disidratato quanto basta;
  • filo di cotone e nylon.

Potete usare anche una pianta da bonsai, se volete. L’importante è che la pianta scelta sia abbastanza piccola, specie se siete alle vostre prime esperienze. In questo modo è più facile che le radici si sviluppino dentro la palla di argilla e che la pianta cresca sana. Evitate inoltre le piante che richiedono un’illuminazione diretta. Preferite invece orchidee, felci, edera, piante aromatiche, fragole.

Procedimento:

  • Mettete a bagno il muschio disidratato, affinché assorba più acqua possibile.
  • Mischiate i due terricci e aggiungete acqua pian piano, fino a quando non riuscite ad ottenere una sfera compatta e grossa quanto un’arancia.
  • Svasate la pianta scelta e rimuovete tutta la terra dalle radici.
  • Chiudete la sfera intorno alle radici della pianta e lavoratela in modo da darle una forma regolare. Attenzione a raccogliere tutte le radici.
  • Lavatevi le mani dalla terra e avvolgete la palla nel muschio reidratato. Assicuratelo alla palla con il filo di nylon.
  • Mettete il kokedama dentro una bacinella d’acqua per un paio di ore. Trasferitelo quindi su un vassoio per due settimane circa, bagnandolo con acqua nebulizzata più volte al giorno. In questo modo la pianta si radicherà nella palla e il muschio si impianterà.
  • Legate la palla con il filo di cotone e appendetela al soffitto.

Manutenzione

Basta poco per avere un giardino sospeso e un arredamento giapponese impeccabile.

Kokedama: i giardini sospesi

  • Nebulizzate un po’ di acqua almeno una volta alla settimana.
  • Quando il muschio comincia a seccarsi, immergete il kokedama nell’acqua fin quando non scompaiono le bolle d’aria. Prima di appenderlo di nuovo, lasciatelo sgocciolare.
  • Di tanto in tanto, aggiungete un po’ di fertilizzante all’acqua.
  • Per evitare che la pianta cresca in maniera poco uniforme, girate regolarmente la pianta.
I kokedama, i giardini sospesi dell’ arredamento giapponese ultima modifica: 2017-07-07T09:00:35+00:00 da Redazione VivereZen