Scegli il tuo Futon e ti dirò chi sei




Il futon è un materasso in stile orientale, il cui significato è letteralmente “materasso arrotolato“. Il futon viene realizzato con materiali naturali, tipicamente con falde di cotone naturale, cotone biologico, o lana. Esistono diverse tipologie di Futon, ciascuna delle quali si adatta ad esigenze differenti o semplicemente a specifici gusti personali.  E tu che tipo sei?

1) Futon Cotone

Il Futon in puro cotone 100% è il tradizionale futon giapponese. È composto solamente di cotone in falde che garantiscono la massima traspirabilità. Tali proprietà rendono il sonno sul futon in cotone particolarmente sano e riposante, caratterizzandosi altresì per un livello di rigidità elevato.

 

2) Futon Cotone e lattice o cotone e cocco
L’inserimento di una lastra di cotone o lattice (talvolta di entrambe) nel tradizionale futon in cotone permette la creazione di un modello più elastico e meno deformabile rispetto ai futon tradizionali. Questa tipologia di futon è particolarmente adatta a quelle persone che desiderano il futon giapponese, ma con un comfort occidentale più morbido ed ergonomico. Inoltre questa soluzione comporta un minore impegno nella manutenzione rispetto ai modelli tradizionali che devono essere battuti con una maggiore frequenza.

 

3) Futon cotone biologico

Il futon in cotone bioecologico garantisce un alto livello qualitativo unito al rispetto della natura. Per gli amanti del bio-arredo usa materiali biologici certificati in tutte le fasi del processo produttivo. Il sonno sul futon in cotone bio quindi è “sano” ed “etico”. Utilizzando il futon in cotone biologico sui tatami o su un letto in legno ad incastri, si riesce a ottenere una zona notte che sia completamente biologica e del tutto priva di parti metalliche.

4) Futon lana

Il futon in lana mantiene una buona traspirazione durante il sonno e regola la temperatura. Infatti, le fibre di lana con le basse temperature trattengono maggiormente il calore; invece durante le stagioni calde fa respirare il materasso mantenendolo fresco durante la notte e limitando la sudorazione. In tal senso, il futon in lana rappresenta l’ideale punto d’incontro tra il materasso tradizionale ed il futon giapponese in cotone, ricordando il caro vecchio materasso in lana. La consistenza dei futon in cotone e di quelli in lana è molto simile, ma il futon in lana ha il vantaggio di non essere aggredito dalle muffe rendendolo più adatto per gli ambienti umidi.

 

5) Futon trasportabili

I futon trasportabili costituiscono un ottimo compromesso tra la qualità del futon e la necessità di un accessorio maneggevole e facile da trasportare, nelle versioni “futon arrotolabile” o “futon pieghevole” da utilizzare come materassino per la ginnastica.  

 

6) Futon per yoga e shiatsu

Per lo yoga, lo shiatsu o l’ayurveda sono disponibili futon trasportabili studiati appositamente per rendere più confortevole il lavoro dell’operatore. I futon per lo yoga e lo shiatsu, attraverso l’unione di vari pannelli ripiegabili con un inserto in cocco, rimangono bassi e con un peso contenuto, con il grande pregio di proteggere le ginocchia del professionista. 

Scegli il tuo Futon e ti dirò chi sei ultima modifica: 2017-05-06T12:30:24+00:00 da Redazione VivereZen