buono sconto piumini e materassi in lattice
VivereZen è su Amazon
Speciali
Tatami - Storia ed evoluzione
Con tatami si indica la tradizionale pavimentazione giapponese, o il singolo pannello che la compone, costituito da diversi strati di paglia di riso rivestita in giunco. Tra questi strati c’è dell’aria, isolata all’interno del tatami, che non è influenzata dalla temperatura esterna. Per questo motivo un tatami è fresco d'estate e caldo durante l'inverno. Il tatami contribuisce a creare un ambiente di vita sano, purifica l'aria e mitiga il clima degli ambienti abitati.

Tatami per la pavimentazione
Quando i tatami vengono usati per la pavimentazione, il bordo crea disegni che richiamano il tipico stile delle case orientali. I tatami sono ottimi sia per l'isolamento termico che per quello acustico, si possono calpestare a piedi nudi ed emanano un profumo tipico degli odori della terra e del bosco.

Tatami per realizzare un’ isola o in sostituzione delle doghe per il letto
I tatami hanno una morbida, ma moderata, elasticità.
Sono una base ottimale d’appoggio sia per i futon che per i materassi tradizionali.
Possono essere utilizzati per realizzare una piccola isola in un salone in stile giapponese, o per un centro benessere che si occupa di shiatsu o ayurveda, o ancora, lasciando il bordo a vista, darete un tocco orientale, caldo e accogliente al vostro letto.

I nostri tatami
Forniamo tatami di 60-70-80-90x200cm e 90x90 cm, in più è possibile avere dei tatami con misure personalizzate operando dei tagli su quelli standard. Lo spessore è di 5,5-6 cm. I nostri tatami presentano all’interno carta antitarmica, e sono decorati con il tradizionale bordo nero.

Manutenzione
I tatami sono molto resistenti all'usura e hanno lunga durata. Per la manutenzione è indicato l'uso dell'aspirapolvere e di un panno leggermente umido, non vanno invece bagnati.
Per eliminare l'aria in eccesso si espongono una volta l'anno all'aria aperta, evitando la luce diretta del sole che comporta un viraggio di colore rossastro del tatami.

Storia e curiosità
Il significato originale della parola tatami era “piegato e accatastato”. Durante il periodo Heian (794-1185)  i tatami non erano ancora parte della pavimentazione, com’è adesso nelle case tradizionali del Giappone. Si trattava piuttosto di un lusso per gli aristocratici che li adoperavano per sedersi o come letti. Successivamente i tatami si diffusero anche nelle case di preti e samurai, che avevano guadagnato potere all’interno della società giapponese.  Lentamente i tatami iniziarono a ricoprire le stanze, a partire da quelle più piccole. I poveri avevano in origine pavimenti di terra coperti di stuoie, ma intorno al diciassettesimo  secolo l’uso del tatami si era ormai diffuso in tutte le classi sociali.
Il tatami può avere un bordo di broccato o di stoffa nera, lino o cotone lungo il lato più lungo ed è di dimensioni regolari che corrispondono più o meno allo spazio occupato da una persona sdraiata. La misura più comune è 90X180 cm.

“Tatami” viene usato come unità di misura per indicare le dimensioni degli ambienti (in Giappone si dice “ho una stanza di cinque tatami”).
Mezzi tatami vengono usati per completare i disegni regolari dei pavimenti, dal momento che disporre i tatami secondo un disegno a croce è considerato infausto, mentre si preferisce una sistemazione a T, ed in nessun punto si devono toccare gli angoli di tre o più tatami. Per tradizione sui tatami si cammina soltanto a piedi nudi o con delle calze.
Il tatami è legato anche alla cerimonia del tè, che si svolge con un braciere poggiato o con la modifica di una buca quadrata detta  “ro” fatta a uno dei tatami, circondata da una cornice laccata, ovvero “robuchi”.  

Nel  judo dei tatami verdi e rossi indicavano le aree di gara, che avevano anche lo scopo di attutire le cadute. Oggi nelle discipline sportive, con tatami si indicano i materassini. Ad ogni modo i tatami tradizionali assorbono gli shock, motivo per cui sono eccellenti durante la pratica delle arti marziali, ma anche per l'uso domestico. Soprattutto bambini e anziani potranno beneficiare delle caratteristiche ammortizzanti del tatami. La possibilità di rompere qualcosa diminuirà sensibilmente.
I tatami, arrotolati e tenuti in acqua per diversi giorni, venivano usati dai maestri di spada per provare la loro bravura  o il filo della lama.
Al giorno d’oggi comunque è raro trovare case giapponesi con più di una stanza con la pavimentazione in tatami.
Area Informazioni
Parla con gli esperti, Consulta le guide





Bio Arredamento
Vivere Zen è un marchio di Iside Web, gestito da Uketis srls
p.iva IT06473130828
Visita i nostri Showroom a Milano e Torino
AmazonRate in Rete ConselTrovaPrezziShoppydoo
Ecommerce realizzato con Negozio Elettronico