Il kimono più adatto – parte 1

Il kimono femminile non è solo un abito tradizionale ma è anche una moda, tanto che esistono 10 diversi tipi di kimono legati alle diverse occasioni e alle diverse persone: i kimono indossati durante un matrimonio e quello per una cerimonia del tè sono diversi e le donne sposate indossano un tipo di kimono diverso da quello indossato dalle donne single.

japan kimono

Il furisode (振袖) è il tipo più formale di kimono (escludendo il jūnihitoe), fatto di seta molto pregiata e colorata.
Letteralmente significa maniche svolazzanti (da furi, svolazzante e sode, maniche). I furisode sono infatti  facilmente riconoscibili per le loro lunghe maniche che variano in media tra il metro e i centosette centimetri di lunghezza. In Giappone viene indossato dalle donne non sposate: se una donna indossa un furisode, significa che è sia nubile che adulta e quindi disponibile al matrimonio. In questo senso il furisode può essere paragonato agli abiti da sera indossati in Occidente per i balli delle debuttanti. Viene poi indossato in occasioni formali e sociali come le cerimonie del tè o i matrimoni di parenti stretti.

I Komon (小 紋, letteralmente piccolo modello) sono indossati da donne sposate e non sposate e hanno un piccolo motivo decorativo ripetuto su tutta la superficie dell’abito. Komon sono i kimono di seta più informale.

I Tomesode (留 袖, letteralmente trattenere le maniche) sono i kimono più formali indossati dalle donne sposate. Il nome deriva dal fatto che originariamente era consuetudine bloccare le lunghe maniche dei kimono femminili, dopo che una giovane si era sposata, per ottenere una maggiore comodità nelle attività in cucina. Oltre alle maniche, ciò che distingue il tomesode da altri modelli di kimono sono dei disegni, detti kisho, disposti asimmetricamente al di sotto dell’obi, ed i komon, stemmi di famiglia disposti su maniche e petto. I komon non sono mai cuciti, ma pitturati direttamente sul tessuto. Ci sono due tipi di Tomesode kuro (黒, nero) e iro (色, colorato); Tomesode kuro sono i più formali. Essi possono essere indossati in occasione di eventi formali come matrimoni ma soltanto dalle parenti strette degli sposi (sorelle e madri), mentre per le altre invitate è considerato inadeguato. Iro Tomesode può avere qualsiasi colore di base diverso dal nero, indossato dalle donne durante gli eventi nella corte imperiale, o durante i matrimoni dalle donne sposate.

Il Susohiki / Hikizuri è un kimono indossato dalle geisha o sul  palcoscenico da  interpreti di danza tradizionale giapponese. Rispetto a un kimono regolare è molto più lungo e tocca  il pavimento.

Odori significa danza, quindi questo è il kimono di un ballerino tradizionale giapponese. Katamigawari significa metà e metà, riferendosi a questo kimono che è decorato metà  con un disegno e metà con un altro. Molti kimono Odori sono tsukesage, houmongi o komon in stile. Sono spesso in tessuti sintetici, in modo che possano, a differenza di seta, essere lavati regolarmente e sono più frequentemente senza fodera risultando più freschi per la performer.

kimono komon donna tsuri vintage viverezen

Consigli per gli acquisti!

 

"Il kimono più adatto – parte 1" ultima modifica: 20 Luglio, 2015 da Marco Li Mandri (stregrafo fotogatto)