Letti in legno, incontro tra Nord e Oriente

Cosa hanno in comune Nord Europa e Giappone? La risposta è semplice: i letti in legno. Entrambi i paesi hanno una lunga tradizione di letti e strutture in legno. Condividono inoltre un gusto per il design per molti versi simile.

I letti in legno nordeuropei

Letto in legno Spectrum
Letto Spectrum in Pino con contenitore, su VivereZen.it ➡

Il design nordeuropeo è uno dei pilastri dell’arredamento moderno. In Nord Europa tradizione e innovazione si incontrano, dando origine a prodotti essenziali ma eleganti. Le linee sono ricercate ma semplici, prive di inutili barocchismi. Il legno è il materiale in assoluto più usato, il che rende gli arredi caldi e intimi.

In un contesto del genere, spopolano ad esempio i letti contenitore. Sono infatti letti funzionali e comodi, che aiutano a mantenere l’ambiente pulito senza rinunce. I contenitori sotto la rete aiutano a togliere di torno il superfluo, conferendo alla stanza una bellezza minimale ma comunque calda.

I nostri consigli:

Il letto Dock è il tipico letto giapponese a pedana realizzato dalla Karup.


Il letto in legno Sparta, della linea Skandica, è disponibile sia nella versione in faggio, che in legno di pino.

I letti in legno giapponesi

Letto in legno giapponese felce
Letto Giapponese Felce

I letti giapponesi sono per molti versi più simili a strutture in legno che reggono un futon. Come tutto l’arredamento in stile nipponico, hanno infatti un design minimale basato sull’uso di materiali e colori naturali. Le varie componenti dei letti stanno insieme grazie a un sistema di incastri, che non richiede né viti né colle.

Un tipo particolare di letti giapponesi sono i letti a pedana. Questi letti sono un esempio di semplicità ed eleganza. Sono composti da una pedana che poggia sul pavimento o su piedini di pochi centimetri. Hanno una superficie piatta o con rete a doghe al centro, spesso poco più grande del futon.

Il nostro consiglio:

Il letto in legno Senza, caratterizzato dal disegno leggermente obliquo dei piedi, è il tipo esempio d’incontro tra stile nordico e stile orientale.

Minimalismo nordico e orientale

Minimalismo giapponese
Letto Lichene, realizzato in legno massello di Okumè

Il design dei due paesi ha molto in comune: linee essenziali, colori chiari, semplicità. In entrambi i casi si punta ad avere un ambiente pulito, privo di inutili orpelli. I colori usati sono chiari e luminosi, in modo da conferire un senso di pace e serenità. Il materiale più usato è in entrambi i casi il legno, spesso rifinito solo il minimo necessario e lasciato del suo colore naturale.

Nonostante i tanti punti in comune, letti in legno orientali e scandinavi hanno ovviamente molte differenze. I letti del Nord Europa sono molto più alti di quelli giapponesi e dotati di testiera. Strizzano l’occhio alla funzionalità, con cassetti e contenitori interni.

Se stai cercando un letto in legno nordeuropeo, Vivere Zen ti propone i letti Skandica e Karup. Tutti i loro modelli sono realizzati con legni naturali di alta qualità e secondo un design di gusto europeo.

"Letti in legno, incontro tra Nord e Oriente" ultima modifica: 23 aprile, 2018 da Redazione VivereZen