Futon a tre piazze: il materasso ideale per il co-sleeping


Il bambino con mamma e papà nel lettone

Dal co-working al co-housing, oggi il mondo abbonda di “co” e di cose fatte tutti insieme, appassionatamente. Eppure si parla poco del co-sleeping, un’abitudine che fino ad alcuni decenni fa era molto in voga, poi caduta piano piano nel dimenticatoio. Oggi in tanti la stanno riscoprendo, perché dormire insieme al proprio bambino può portare dei grandi benefici al piccolo. Ed ecco che il futon a tre piazze diventa il materasso ideale. Può ospitare mamma, papà e bimbo, riscoprendo così una delle tradizioni più appassionanti e antiche del genere umano.

I vantaggi del co-sleeping

Dormire insieme per preparare il bambino alla vita

Quali sono i vantaggi del co-sleeping? Secondo l’immaginario comune, bisogna stimolare sin dalla tenera età lo spirito di indipendenza e autosufficienza del bambino. Relegarlo prima del tempo nella sua cameretta però potrebbe avere un effetto contrario a quello desiderato. Innanzitutto spiegare a un bimbo di pochi mesi perché deve stare lontano dal calore e dalla protezione offerta dal corpo materno non è proprio possibile.

Questa protezione è qualcosa che va oltre il livello conscio. Secondo recenti studi, la vicinanza materna si traduce in uno stimolo di serotonina e cortisolo anche nell’età adulta. E serotonina e cortisolo sono un aiuto di prim’ordine per tenere lontani la depressione e lo stress. Avere la mamma sempre accanto nei primi mesi di vita si trasforma insomma nella sicurezza inconscia del fatto che non ci abbandonerà mai. La separazione secondo queste teorie è meglio che avvenga dopo il terzo anno, quando è più facile spiegare al bambino quello che sta accadendo. La vicinanza dei mesi precedenti ha già cementato un senso di sicurezza che porterà nel suo bagaglio emotivo per il resto dei suoi giorni.

Il futon a tre piazze

Perfetto per un trio familiare

Su VivereZen non abbiamo futon a tre piazze per dormire, ma si tratta di una mancanza alla quale è molto semplice rimediare. Sappi, infatti, che puoi ordinare un futon personalizzato e richiedere un materasso giapponese fino ad una misura massima di 240 x 200 centimetri. Dunque quanto basta per portarti a casa un mega-futon ideale per dormirci in tre, insieme al bimbo, alla mamma o al papà. Se desideri rispolverare le tradizioni del co-sleeping, arricchendole con un letto basso in stile montessoriano e con una spruzzata di Sol Levante, questa è l’opzione migliore per te.

Una panoramica su futon e tatami

Gli elementi alla base del letto giapponese

Sezione di un futon imbottito in cotone, cocco e lattice

I futon sono i famosi materassi arrotolabili giapponesi, ma nel nostro caso rivisitati in versione “occidentale”, con uno spessore più elevato (intorno ai 14 centimetri). Per quanto riguarda l’imbottitura vengono realizzati sovrapponendo più strati di cotone bio (certificato e non) e altre tipologie di materiali, come le lastre in lattice, lana e fibre del cocco.

Una peculiarità del futon, rimasta intatta e rispettosa delle tradizioni giapponesi, è la seguente: non ha né molle, né componenti di origine sintetica, dunque è al 100% naturale. I modelli in esposizione su VivereZen accontentano i gusti più disparati. Abbiamo i futon pieghevoli a forma di Pouf e quelli arrotolabili, facili da trasportare, perfetti per le sessioni di meditazione e per i massaggi.

tatami
Tatami

E i tatami? Senza la classica stuoia in paglia di riso, un letto giapponese non può dirsi tale. Oltre al futon a tre piazze, quindi, ti suggeriamo di acquistare anche un tatami ribassato con un’altezza intorno ai 2,5 centimetri. Si tratta di un modello meno pesante e più facile da maneggiare, rispetto ai modelli orientali.

kit letto tatami e futon

Kit Letto 3 Tatami + Futon in Cotone Biologico ed inserto in lattice. Quest’isola tatami è grande abbastanza per ospitare anche il materasso del tuo bambino, o per creargli una zona gioco sicura mentre tu stai riposando.

La rete Trio a tre pezzi

Letto a doghe componibile con incastro a pettine

Sul nostro catalogo puoi trovare anche alcune soluzioni più tradizionali, come le classiche reti interamente realizzate in legno, e verniciate con finiture ad acqua. Siccome stiamo parlando di co-sleeping, ecco la rete Trio Family a doghe componibili, con tre strutture con incastro a pettine. Il prodotto è del tutto privo di parti metalliche ad esclusione delle viti per fissare le gambe. Per quanto riguarda le misure, le opzioni sono due: c’è il modello da 240 x 190 centimetri, e la rete da 270 x 190 centimetri.

Ricorda che si tratta di un letto componibile: le tre sezioni possono essere separate in qualsiasi momento, e usate come letti singoli. Inizialmente potrai adoperarla per il co-sleeping, facendo dormire il bimbo insieme ai genitori, e in seguito separare le rete, quando il piccolo sarà cresciuto. Oltre al futon a tre piazze, ecco una seconda proposta: puoi ordinare 3 futon singoli, o un futon standard e uno matrimoniale. Si tratta di una opzione più dispendiosa, ma anche più versatile, perché potrai sfruttarla pure quando separerete il letto matrimoniale da quello del bambino.

La rete LM2 Trio è disponibile in vari colori, tutti realizzati con vernice ad acqua, dal naturale a wengé. Se preferisci verniciarla tu, puoi anche richiederla grezza.

"Futon a tre piazze: il materasso ideale per il co-sleeping" ultima modifica: 22 Luglio, 2020 da Redazione VivereZen