Il materasso è nato bio

Nella caverna sudafricana di Sibudu è stato scoperto il materasso più antico del mondo risalente a 77.000 anni fa.

La scoperta, fatta da un gruppo di archeologi coordinato da Lyn Wadley della Wits University a Johannesburg, mostra un antico giaciglio prodotto con diversi strati di foglie e fusti di una pianta erbacea, il falasco, ricoperti poi da un sottile strato di foglie che, secondo le analisi dei botanici, appartengono a una pianta della specie Cryptocarya e che contengono sostanze chimiche con propietà insetticide, che sono state probabilmente sfruttate per tenere alla larga le zanzare.

yn Wadley e il primo materasso

Questi antichi materassi non solo erano biologici ma anche igienici:
dalle analisi al microscopio è emerso che questi primi materassi venivano più volte aggiustati e rimessi a nuovo o regolarmente bruciati dopo l’uso probabilmente per eliminare gli insetti nocivi. “Il giaciglio non veniva usato solo per dormire ma offriva una comoda superficie su cui passare il tempo e lavorare” commenta Lyn Wadley, un letto-giaciglio, quindi, ma anche un luogo dove svolgere attività, più o meno gradevoli: cosa c’è di diverso rispetto ad oggi?

 

Potete acquistare i materassi qui: www.viverezen.it/

 

Tratto da www.livescience.com

"Il materasso è nato bio" ultima modifica: 20 Luglio, 2015 da Marco Li Mandri (stregrafo fotogatto)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *