I Giapponesi dormono sul posto di lavoro. Ed è un onore!

“Inemuri” significa “presenti dormienti”, esausti per lo studio o il lavoro lasciano il corpo per qualche minuto…

Iniziamo da questo: fare inemuri non è dormire. Il Giappone è, secondo gli ultimi studi, il paese dove si dorme di meno a causa dei forsennati ritmi di vita e lavoro, ma è anche l’unica cultura che giustifica l’addormentarsi in pubblico: durante una conferenza o a scuola o, classico, sui mezzi pubblici.

L’inemuri infatti vuol dire “presenti dormienti” ed è considerato un segno d’onore, in quanto si è così esausti da meritare una pausa.

^68BBA29B45939765E750183AC9D82E518B1A37FFD9481C3B85^pimgpsh_fullsize_distr

Secondo Brigitte Steger, Senior Lecturer in Modern Japanese Studies della University of Cambridge, che ha approfondito l’arte giapponese del (non) dormire, “L’inemuri viene considerato come un momento per sé, a cui ognuno è libero di abbandonarsi quando vuole e che non disturba la situazione sociale, proprio come il sognare ad occhi aperti. Nonostante la persona sia mentalmente lontana, può tornare, appena richiesto, nella momento sociale che sta vivendo”.

E se il sonno notturno va sostenuto con un materasso comodo e confortevole perchè deve essere rigenerante soprattutto per il corpo, l’inemuri si fa come si è: non è strano, per esempio, vedere giapponesi dormire in piedi sui mezzi pubblici.

^A2CA6EFDC05C4D9C6D68092D47B1FA966F75A8F6E01662BC02^pimgpsh_fullsize_distr

Ora, immaginate un giapponese che entra in un ufficio postale in Italia e pensa: “chissà quanto lavorano, questi impiegati…”

Capito dove sta l’equivoco?

"I Giapponesi dormono sul posto di lavoro. Ed è un onore!" ultima modifica: 25 Maggio, 2016 da Redazione VivereZen