Tempi di consegna estate 2019 >> Compra un topper e ricevi 100 € >>
Vivere Zen - Futon Valutazione: 4.7 / 5 (1286 voti su Feedaty)

Futon

Grazie all'influenza della cultura orientale e al diffondersi di una filosofia di vita con un maggiore focus su natura ed ecologia, l'utilizzo del futon è diventato anche in Europa un punto fermo dell'arredamento biologico. Questo prodotto è un valido sostituto dei tradizionali materassi a molle. Oltre al classico modello in solo cotone, oggi vengono sperimentate nuove soluzioni come l’inserimento di lastre di lattice e cocco per renderlo più confortevole e durevole nel tempo.

Il futon è originario del Giappone. Il nome significa "materasso arrotolato".
Il suo successo è legato alle numerose proprietà ergonomiche: senza parti metalliche, interamente composto da materiali ecologici, la traspirabilità del cotone lo rende ideale per ogni stagione, il tutto ad un prezzo inferiore a quello di un materasso con proprietà equivalenti.

Come tutti i nostri prodotti tessili (fodere a sacco, lenzuola, copriletti, copripiumini, testiere, cuscini, guanciali) i futon di Vivere Zen hanno la qualità della produzione italiana, con provenienza controllata delle materie prime.

Futon cotone
I più tradizionali
Futon cotone e lattice
I più morbidi
Futon cotone e cocco
I più traspiranti
Futon cotone bio certificato
Nel rispetto della natura
Futon per bambini
Per lettino e per culla
Futon lana
Per resistere all'umidità
Fodere
A sacco. Cotone 100% o misto lino
Futon trasportabili
Sempre con te
Futon Poltrona/Letto
Salvaspazio
Futon Shiatsu
Studiati per i professionisti
Futon Yoga
I più leggeri

Il futon grazie alla sua flessibilità si presta a molteplici usi. L'assenza di parti metalliche contribuisce a creare un ambiente che protegga dall'eccesso di campi elettromagnetici. Con la sua forma leggermente arrotondata è molto più bello a vedersi rispetto ad un materasso tradizionale, ha il vantaggio di piegarsi in due o, nel caso dei modelli più sottili, può persino venire arrotolato.

L'imbottitura

Non hai mai provato un futon? Sdraiandosi la sensazione che è molto simile a quella che offre il tipico materasso di lana della nonna, con una differenza: anticamente i vecchi materassi erano riempiti con un’imbottitura a fiocchi, mentre i nostri futon sono tutti realizzati a falde. Le falde vengono poste una sopra l’altra orizzontalmente, e si schiacciano in maniera più uniforme, offrendo un maggiore comfort nel tempo.

Esistono diversi materiali con cui può essere imbottito il futon. Quello più tradizionale è sicuramente il cotone, in Giappone sono ormai disponibili imbottiture di tutti i tipi, anche in materiali sintetici, per la minore manutenzione richiesta.

Cotone rilavorato: sono gli strati di cotone che vengono ricavati sottoponendo a una seconda cardatura il materiale in eccesso, avanzato dalle falde tagliate per la realizzazione di altri prodotti tessili. Il cotone rilavorato non va confuso con il cotone riciclato, ovvero quello ottenuto prendendo le falde di vecchi materassi già usati. Il rilavorato a vista risulta meno bianco del cotone vergine, dal momento che può avere preso qualche traccia di colore nelle varie fasi di lavorazione. A parte questo non ci sono differenze sensibili rispetto agli altri tipi di cotone.

Cotone biologico e cotone biologico certificato (Organic Cotton): Vivere Zen predilige il cotone proveniente da agricoltura biologica, non trattato, che non faccia uso di pesticidi o altri prodotti di sintesi. Se desideri acquistare un futon di cotone biologico fornito di apposita certificazione, guarda nella categoria Futon Bio Certificati.

Grazie alle sue proprietà traspiranti, il cotone favorisce un adeguato riposo. Il cotone adoperato da Vivere Zen proviene da coltivazioni in Egitto o in Tanzania, ed è lavorato in Italia.

Lana e Lana Vergine: cotone e lana hanno una portanza simile. Cosa conviene scegliere tra l'uno e l'altra? Tutto dipende da chi dovrà utilizzare il futon, e in quali condizioni. Il cotone infatti è noto per essere un materiale che non attira gli acari, ed è particolarmente adatto a chi soffre di allergie. La lana non gode di questo beneficio, ma in compenso è più resistente all'umidità di quanto non sia il cotone. La lana possiede infine di ottime proprietà termoisolanti. Con pura lana vergine viene indicata quella lana che proviene esclusivamente dalla tosatura, che non è stata rigenerata, ricardata o recuperata da altre lavorazioni.

Cocco: le lastre di fibre di cocco vengono ricavate unendo insieme i filamenti presenti sul guscio della noce di cocco con una goccia di gomma di lattice. In questo modo si crea una specie di molla elastica, che fa da camera d'aria naturale, tiene ferme le falde di cotone e impedisce che si schiaccino troppo.

Lattice: le lastre di lattice hanno uno spessore di circa 3 centimetri e contribuiscono, come il cocco, a tenere fermi gli strati di cotone. Rendono inoltre il materasso più morbido, andando a controbilanciare la rigidità delle falde di cotone. Il lattice adoperato può essere di tre tipi:

- Lattice naturale: ove non specificato diversamente, il lattice utilizzato nei nostri futon è ricavato da lastre che hanno una percentuale di lattice intorno al 25%, e corredate di certificazione Eurolatex;

- Lattice naturale 100%: è il più elastico, ma anche il più sensibile all'umidità. Viene adoperato solo dietro richiesta.

- Lattice Talalay: per chi lo desidera infine, c’è l’inserto in lattice talalay, ovvero lattice vulcanizzato a celle aperte, che garantisce una maggiore traspirazione rispetto al lattice standard.

Polilatex: lattice sintetico, è leggermente più rigido ma in compenso teme meno l'insorgere di muffe ed ha anche un prezzo più contenuto.

Il Rivestimento

Il rivestimento tipico è in cotone greggio, una stoffa resistente e leggermente ruvida al tatto, con un colore che può andare dal sabbia, all'ecrù, al bianco crema. Il cotone greggio non viene sottoposto a una fase di tintura e la tonalità varia di volta in volta, a seconda del colore originario dei fiocchi di cotone utilizzati.

Se lo desideri, puoi domandare che il tuo materasso venga realizzato in una delle classi di stoffe colorate a disposizione, in cotone 100% o cotone misto lino. Abbiamo una grande varietà di colori a catalogo, per maggiori informazioni visita la pagina dei tessuti.

Scegli il colore dei fiocchetti di corda della trapuntatura: possono essere bianchi, neri o, dietro richiesta, rossi. Se desideri che questi laccetti non si vedano, acquista una fodera o adopera il classico coprimaterasso con angoli.

Altri tessuti particolari, che usiamo abitualmente per i prodotti per bambini, sono: il cotone bio certificato, il rivestimento all'ossido di zinco (contro gli arrossamenti delle pelli sensibili, con proprietà antibatteriche e anti odore) e quello in silver antibatterico (regolarizza la temperatura corporea e protegge da acari, batteri, funghi).

Il futon ha una tipica forma arrotondata. Dietro richiesta, è possibile domandare una cucitura ribattuta lungo i bordi del rivestimento, che crea un aspetto più moderno e simile a quello dei materassi occidentali.
Salvo alcuni articoli più sottili, tutti i nostri modelli sono forniti di cerniera d’ispezione metallica, per poter controllare lo stato delle falde all'interno. Attenzione! Essendo trapuntati, non si possono sfoderare: provando ad estrarre l’imbottitura dal rivestimento, rischieresti di rovinare il materasso. Per una maggiore protezione e pulizia del futon, specie se pensi di poggiarlo direttamente sul pavimento, guarda la sezione delle nostre fodere a sacco, realizzate in diversi tipi di stoffa, tutte lavabili in lavatrice (con lavaggio delicato). A seconda delle tue necessità, troverai tra le varie opzioni fodere più spesse e resistenti, particolarmente adatte a chi vuole usare il futon come divano, oppure dei tessuti sottili e morbidi al tatto, per chi cerca un effetto lenzuolo.

Non solo per dormire!

Il futon è un materasso ecologico apprezzato per i suoi molteplici utilizzi, che variano anche a seconda della foggia e del modello. Si adatta ad un arredamento moderno, al minimalismo dello stile giapponese, al nuovo stile japandi, che unisce l’estetica orientale a quella scandinava. Richiuso in forma di pouff può tranquillamente decorare un ufficio, e trova posto sia in un salotto elegante, che in una camera per bambini colorata e sportiva. Proseguiamo con alcuni suggerimenti e informazioni per adoperare al meglio un futon nella tua casa.

Per il letto all’occidentale

Il classico futon in solo cotone offre al corpo una portanza medio rigida. Può rivelarsi una buona alternativa a chi è abituato ai materassi a molle ortopedici. L’altezza consigliata per un adulto che debba farne un uso regolare è di 14 cm.

Il materasso si può posizionare sui tatami, come previsto dalla tradizione giapponese, direttamente a terra, oppure su una rete a doghe in legno. Le doghe potranno essere rigide in abete o flessibili in faggio. I modelli in cotone o cotone e cocco possono anche venire distesi su un ripiano unico traforato. Se all'interno del c’è del lattice, è bene utilizzare una struttura a doghe ed è necessario che tra una doga e l’altra ci sia abbastanza spazio per favorire un adeguato passaggio dell’aria. I migliori futon per dormire sono probabilmente quelli composti da cotone lattice e cocco, che offrono insieme la traspirazione del cocco e la morbidezza accogliente del lattice.

Per il letto alla giapponese

I giapponesi dormono su materassini da sei centimetri, che poggiano sul tatami e poi ricoprono con il kakebuton, il tipico piumone nipponico. Si tratta di un sostegno molto rigido, anche se la paglia all’interno della stuoia tatami contribuisce ad attutire l’effetto. I futon in Giappone vengono battuti ogni giorno, arrotolati e riposti in un armadio. Anche la corporatura è mediamente più esile rispetto a quella occidentale.

Se hai provato un futon giapponese doc, e ti piace dormire a terra, il nostro consiglio è di optare per un modello da 11 cm: con il tempo le falde si schiacciano, e diventano più dure. Un futon ribassato da 11 cm andrà sicuramente bene per dei bambini, che sono più leggeri, o come letto d’emergenza per la camera degli ospiti. Attenzione: futon così sottili hanno certamente dei vantaggi, come quello di essere più facili da spostare, ma se vengono posizionati su una rete c’è il rischio facciano sentire la pressione delle doghe, specie se realizzati in solo cotone.

Con i tatami: quanti tatami devo prendere per il mio futon? Nelle case giapponesi tradizionali, l’intera stanza è ricoperta di tatami, nelle abitazioni occidentali molto spesso non è possibile. I tatami hanno una misura massima di 100x200 cm e se fossero più grandi si romperebbero. Per creare un letto matrimoniale, bisogna quindi prendere almeno due tatami. A seconda dei propri gusti personali, e dello spazio a disposizione, l'isola tatami può avere le stesse dimensioni del materasso, oppure essere un po' più grande, lasciando vedere il bordo esterno delle stuoie. All’interno della categoria Kit Tatami + Futon troverai diverse soluzioni a cui ispirarti.

Per il divano: i divani a libro, per la loro forma, si possono adattare ad un materasso da 11 o 14 cm. La maggior parte di questi mobili (divani letto, poltrone o chaise longue) hanno una seduta più sottile, con uno spessore di 10/11 cm, ed il futon resta una valida alternativa ai materassini di gommapiuma. Per i futon da 10 cm, è particolarmente consigliato l'uso di un inserto in lattice o polilatex, specie se si prevede di usare spesso il divano come letto. I divani di Vivere Zen hanno diversi stili, da quello classico, elegante del modello Edera, alla praticità del divano Kanto. Il Kanto in particolare è formato da futon e tatami, e aperto si trasforma in un comodo letto matrimoniale con una larghezza di 160 cm.

Come poltrona: Vivere Zen, oltre a modelli più tradizionali offre delle allegre poltrone tessili, che si aprono e chiudono con estrema facilità. La poltrona Glove si trasforma in una mezzaluna, e accostandone due puoi creare un letto rotondo. La poltrona Cubo è fornita di braccioli e poggiapiedi. Per tutti questi prodotti puoi scegliere l’atmosfera zen creata dall'ecrù del cotone greggio, oppure sbizzarrirti accostando diversi colori.

In Campeggio: la versatilità e le caratteristiche salvaspazio del futon lo rendono anche un buon prodotto da portare in camper; tieni sempre conto però che scegliendo un materasso naturale, bisogna prestare più attenzione ai rischi dell’umidità e preoccuparsi della manutenzione tra un viaggio e l’altro.

Come Topper: un futon sottile, da 3 o 6 cm, che viene posto sopra un altro materasso per dargli più spessore, o irrigidirlo se troppo morbido. Un materassino futon adoperato come topper è sottile, leggero, arrotolabile e può allungare la vita di un materasso un po' troppo schiacciato con una spesa contenuta.

Per lo Yoga: un futon è l'ideale anche per praticare meditazione, ginnastica, reiki e yoga. Nella categoria futon trasportabili troverai diversi tappetini tra i 3 ed i 6 cm, corredati di sacca e facili da riporre. Attenzione: un modello arrotolabile di dimensioni matrimoniali arriva a pesare più di dieci chili e non è pensato per essere portato in spalla. I tappetini singoli, grazie alle dimensioni più ridotte, sono molto più pratici. Una menzione a parte per il modello Easy-Bag: dallo spessore di 3 cm, disponibile in vari colori, si chiude a fisarmonica in quattro parti ed è fornito di comode maniglie.

Per massaggi: i futon vengono utilizzati nello shiatsu insieme a cuscini specifici come i neckroll, guanciali cilindrici da porre sotto il collo, e gli zafu, noti cuscini per la meditazione che favoriscono una corretta postura dell’operatore. Neckroll e zafu possono essere realizzati con un’imbottitura in cotone, o in altri materiali come farro, kapok, o pula di miglio. Ma concentriamoci sul futon: con il suo supporto semi rigido, né troppo duro né troppo soffice, è l’ideale per fornire un adeguato comfort al corpo del paziente ed il necessario sostegno all'operatore. Oltre allo shiatsu, può essere usato ovviamente per alti tipi di trattamenti, come l'ayurveda o il massaggio californiano. Il modello più adatto a tali pratiche è quello in solo cotone, con uno spessore di 8 cm circa, ed i classici bordi arrotondati: posto sul tatami creerà un’atmosfera orientale che favorisce il relax. Un futon per le tecniche shiatsu dovrebbe avere una superficie minima di 120 o 140x190 cm, per permettere al massaggiatore di porsi agevolmente a fianco del corpo del paziente senza ritrovarsi all'esterno del materasso.

Futon trasportabili professionali: se non hai abbastanza spazio per creare un’isola fissa con futon più tatami, se devi seguire un corso, o lavori prevalentemente a domicilio, una soluzione potrebbe essere un modello portatile come il Bag-Futon: con i suoi sei centimetri di spessore offre comunque una certa protezione. La scelta ottimale ad ogni modo è rappresentata da un articolo professionale con all'interno dei pannelli in cocco. L’elasticità del cocco protegge le ginocchia dell’operatore, ovvero il punto su cui scaricherai la maggior parte del tuo peso. Il futon trasportabile professionale si piega facilmente ed è fornito di una valigetta di stoffa.

Per bambini: per la camera del tuo bambino, il futon unisce stile e praticità. Hai poco spazio? Il futon arrotondato è bello a vedersi, si chiude in due facilmente e bastano un paio di cuscini per trasformarlo in un divanetto. Vuoi un prodotto del tutto naturale? Cerca un modello con il rivestimento in cotone bio certificato, per un prodotto 100% organic cotton. Un futon ampio e sottile, facile da riporre, può essere utilizzato come tappeto gioco. Molti dei nostri lettini montessoriani (link), sono venduti già forniti di futon.

Per reti reclinabili (manuali o motorizzate): la funzionalità del futon lo rende adatto anche a questo tipo di letti. Essendo facile da ripiegare seguirà senza sforzo i movimenti della rete nelle sue diverse posizioni, cosa che non tutti i materassi moderni, specie se troppo spessi, arrivano a fare.

I futon personalizzati di Vivere Zen

Uno dei punti di forza di Vivere Zen, è senza dubbio l’ampia possibilità di personalizzazione dei prodotti. Hai un letto di una lunghezza diversa da quelle standard? Vuoi un set di cuscini o dei pouff in tinta con il divano che stai per comprare? Ti servono un riduttore o dei paracolpi per la culla? Vuoi aggiungere ad uno dei nostri materassi uno strato ulteriore di cotone o una piccola lastra in memory? Si tratti di letti, divani o complementi d’arredo, cercheremo di venire incontro ai tuoi progetti senza rinunciare alla qualità di prodotti realizzati in Italia.

Consigli per la manutenzione

La vita media di un futon è di circa dieci anni, se trattato con le dovute cure. Se scegliete come base di appoggio il tatami, occupatevi periodicamente del vostro futon, avendo l'accortezza di rigirarlo per farlo areare da entrambi i lati. Battere e rigirare il materasso assesta il cotone o la lana al suo interno e fa fuoriuscire l’umidità accumulata. L’ideale sarebbe esporlo al sole almeno una volta l’anno. Se si presentasse la necessità di pulire il futon, utilizza una vaporella, oppure, in caso di macchie, un panno umido di trielina. Consigliamo sempre comunque l’uso di una fodera protettiva. Come per i tatami, se il futon dovesse bagnarsi, bisogna asciugarlo nel più breve tempo possibile, con un phon o una stufetta.


Bio Arredamento
Vivere Zen è un marchio di Iside Web, gestito da Uketis srls
p.iva IT06473130828
Vieni a trovarci a Milano e Torino
Rate in Rete Consel TrovaPrezzi Shoppydoo
Ecommerce realizzato con Negozio Elettronico